Menu
Escort services
Worldwide overview adult workers
Red light district workers
Erotic models

THE STRINGPOINT GROUP

La commessa di lingerie

Era giovedì sera e stavo passeggiando per la città con un amico. Volevo sorprendere la mia ragazza con un regalo simpatico e bellissimo, ma qualcosa che potevo anche divertirmi. E poi c'è solo una cosa da fare, la lingerie. Stavamo camminando per una strada più tranquilla quando ci siamo imbattuti in un negozio di lingerie di lusso. Noi due siamo entrati e siamo stati accolti da una bella ragazza dietro il bancone. Non l'avevo vista bene, ma sembrava molto carina. Ho camminato lungo gli scaffali e stavo cercando un bel set, che la mia ragazza voleva ancora avere. Quando ho trovato il rack e stavo cercando un momento , ho sentito la commessa accanto a me "posso aiutarti con qualcosa". Quello che ho visto poi mi ha lasciato a bocca aperta per lo stupore.  

La commessa era una ragazza molto carina di circa 25 anni, ma un bel corpo snello con buone otturazioni. I suoi seni erano avvolti in un maglione che era tagliato troppo in basso e non lasciava nulla all'immaginazione. Hai visto anche il suo reggiseno, quelle belle spalline sottili che vedi anche sui reggiseni. E il suo viso era super bello, capelli castani, bellissimi occhi scuri e trucco molto leggero. Penso che stavo davvero solo fissandola, ma lei mi ha chiesto di nuovo "stai cercando qualcosa o ti stai solo guardando intorno?". Nella mia mente ho risposto “quello che hai nella tua maglietta vorrei”, ma a lei ho risposto gentilmente “beh, sto cercando un bel completo per la mia ragazza”.   

L'amica mi guardò e vidi anche che si stava godendo il suo corpo meraviglioso. Mi voltai di nuovo verso la commessa e cercai di mantenere lo sguardo fisso sul suo viso, ma il suo seno attirava comunque l'attenzione. “Ow”, ha detto, “qui hai una bella collezione davanti a te, ti piace o no?”. "Sì, certo, mi piace con il perizoma". La commessa si è chinata per prendere il set e mi ha mostrato il suo bel culo. "Che taglia dovresti avere" ha chiesto. "Coppa C 75" ho detto. Si alzò di nuovo e mi porse la lingerie. Sono andato al bancone, lì gliel'ho dato e lei è andata a incartarlo bene per me. Dato che ogni tanto doveva chinarsi per fare i bagagli, io e il mio ragazzo abbiamo avuto una bellissima vista dei suoi deliziosi seni. Il suo maglione è caduto completamente aperto e si potevano vedere i suoi seni appesi nel bellissimo reggiseno. Ci siamo guardati l'un l'altro e non siamo riusciti a trattenere un grande sorriso. All'improvviso alzò lo sguardo e in un lampo distolsi lo sguardo, ma sapevo che aveva capito. Abbiamo iniziato entrambi a prenderci in giro per lo spettacolo della rete, ma non letteralmente. Penso che si sia resa conto che si trattava di lei, ma ha continuato a fare i bagagli.     

Dopo che ha finito ho pagato e siamo usciti dal negozio. "Arrivederci ea presto" gridò dietro il bancone. "Arrivederci" e una volta fuori scoppiammo a ridere. Non abbiamo potuto parlare d'altro per la serata. Quando sono arrivato a casa, l'ho regalato alla mia ragazza e lei è andata subito a provarlo. È tornata e ha detto "com'è?" Ho guardato indietro e ho subito avuto un'erezione. Il suo bel corpo era meravigliosamente confezionato nel bellissimo set. La mia ragazza si è seduta sulle mie ginocchia e ha iniziato a sedersi sul reggiseno, "qui vicino al mio seno non è proprio comodo e neanche il perizoma sta bene". Mi sentivo ovunque, ma era più sul suo seno di quanto controllassi. Le ho afferrato i capezzoli e ho iniziato a impastarli. La mia ragazza si arrapa sempre per questo e presto ha iniziato a gemere e baciarmi. Ho preso la mia mano per il suo perizoma, l'ho tirata da parte e le ho toccato il clitoride. Era già bagnata dall'eccitazione del set, ho messo un dito nella sua caverna e ho iniziato a spingere dentro e fuori. Ho portato la mia bocca al suo seno e ho iniziato a succhiarlo, lei ha iniziato a gemere sempre più forte. Mentre si avvicinava, si alzò e si mise a quattro zampe sul divano. Si è guardata indietro e ha detto "prendimi da dietro, voglio una sveltina". Mi sono tolto i pantaloni e i boxer, ho afferrato il mio cazzo, ho tirato giù il perizoma e ho messo il mio cazzo contro la sua figa. Ho spinto il mio cazzo dentro e la mia ragazza ha subito iniziato a gemere "ahi, è carino e grasso, devo sempre abituarmi a quel tuo grosso cazzo arrapato.". Quando ha ripreso la mia taglia ho iniziato a spingerla dentro.    

Le mie palle schiaffeggiarono la sua fica. Volendo una sveltina, ha iniziato a diteggiarsi e io ho aumentato il ritmo. "Sì piccola, fottimi per bene, prendimi per bene da dietro, ti piace, ehi, fottimi per bene". “Sì, certo tesoro” ma ora che stavo scopando così, il mio pensiero è andato alla commessa di oggi. Nella mia mente l'ho vista di nuovo con quei bei seni grandi e il suo bel culo chino davanti a me. Ho chiuso gli occhi e ho immaginato di scoparla. Tutto questo mi ha fatto venire subito e senza dire niente ho spruzzato il mio carico nella mia ragazza. "Oh sì, tesoro, è stato altrettanto meravigliosamente veloce". La mia ragazza si è subito alzata dal divano, mi ha dato un bacio e si è fatta una doccia. Mi stavo ancora godendo la fantasia quando la mia ragazza era già di fronte a me. “Ti dispiace scambiarlo con qualcun altro? Non mi piace molto ”. "Nessun problema" ho detto e ho subito pensato al fatto che avrei rivisto la simpatica commessa. Il giorno dopo sono tornato al negozio, la commessa era di nuovo dietro il bancone. “Ciao, sei tornato? qualcosa non andava o stavi ancora cercando qualcos'altro? " lei chiese. "No, il reggiseno e il perizoma non sono molto comodi secondo la mia ragazza". “Ow, allora devi scoprire qualcos'altro, posso aiutarti?”. Siamo andati insieme agli scaffali e oggi indossava un vestito adorabile, una gonna lunga stretta intorno al culo e una camicetta bianca.

Sotto indossava un eccitante reggiseno rosso che si poteva facilmente vedere attraverso la camicetta. Ho pensato che supererà il lavoro. Eravamo in piedi davanti agli scaffali e stavo guardando quale set mi piaceva. Ho visto delle cose carine, ma la mia ragazza non le avrebbe fatte, ne avevamo già parlato. C'erano alcuni bei set che piacevano alla mia ragazza. Uno di loro era un bel completo rosso, con un perizoma arrapato che consisteva in un paio di lacci delle scarpe. Il reggiseno aveva anche quei lacci che correvano sopra. "Penso che le piaccia quella rossa, ma non so se starà comodamente" ho detto alla commessa. "Beh, lo adoro, è uno dei miei set preferiti" disse aprendo un po 'la camicetta. Ho guardato con entusiasmo il suo reggiseno con i suoi bei seni grandi, senza dubbio una coppa d. Ho guardato il suo reggiseno un po 'troppo a lungo e all'improvviso ha detto "lo vedi bene ora, penso che ieri hai avuto qualche problema".  

Ho sentito il mio viso arrossire e volevo scusarmi. “Va tutto bene”, dice, “è un complimento ed è mio compito metterlo in mostra”. Sollevato, ho ripreso fiato e sono andato alla rastrelliera per prendere il reggiseno. “Beh, spero sia quello giusto” dissi “altrimenti devo tornare a cambiarlo di nuovo, non che mi dispiaccia più di tanto” le ho detto strizzandole l'occhio. Mi si avvicinò con un sorriso sul viso. "Senti con me se tutto va bene, allora lo saprai per certo". L'ho guardata con gli occhi spalancati e ho portato la mia mano al suo seno. Ho sentito in alto, le cinghie e il ferretto se tutto andava bene. Con il dorso della mano le ho toccato il capezzolo eretto e non ha potuto reprimere un piccolo gemito. Incoraggiato , ho girato la mia mano e ho preso tutto il suo seno nella mia mano. Ho iniziato a impastarli. Mi ha guardato eccitata e ha chiesto "che ne dici?". Ho capito e ho detto "l'esterno si sente bene, devo ancora ispezionarlo dentro". Le ho fatto scivolare la cinghia dalla spalla e le ho tolto i seni dal reggiseno, ho afferrato i seni nudi e le ho strizzato i capezzoli. Gemette per l'eccitazione e mi scrutò la bocca con la sua bocca. Abbiamo iniziato a lingua e nel frattempo ho continuato a massaggiare i suoi bei seni. "Adesso senti solo il perizoma" le ho detto tra un bacio e l'altro.

Ho spostato le mie mani sulla sua gonna, l'ho sollevata leggermente e ho fatto scivolare la mia mano tra le sue gambe. La piccola polvere ha iniziato a bagnarsi dalle mie azioni e ho premuto il dito contro di essa. Mentre si baciava gemeva e borbottava qualcosa come "sì, carino, sì .. uhmmm ". Ho strofinato la sua macchia umida avanti e indietro, poi ho agganciato un dito dietro il perizoma e ho messo il dito nella sua figa. Ho iniziato a spingerlo dentro e lei ha smesso di baciarsi per un momento perché la faceva gemere così tanto. Tutto ciò non mi aveva lasciato indifferente e il mio giovane signore era già pronto. Mi ha sollevato i pantaloni con le mani e ha aperto la mia patta. Ha raggiunto la mia mosca e ha trovato il mio grosso cazzo lì. Quella mattina non avevo voglia di mettermi un boxer, così quel giorno sono andato per strada senza boxer . Ha preso il mio cazzo attraverso la mia patta verso l' esterno e ha iniziato a tirare adorabile. Ha lavorato abilmente tutto il mio cazzo e ho iniziato a gemere. Questo apparentemente l'ha eccitata e potevo sentirla andare sulle mie dita. N Non molto tempo dopo ha finito di gemere , mentre ancora gustosa mi ha dedotto.  

Mi sentivo di più e l'ho trascinata verso il bancone. La misi supina sul bancone e le sollevai la gonna, lì vidi per la prima volta il delizioso perizoma e vidi anche una grande macchia bagnata. Metto da parte il perizoma e le metto il cazzo contro. Lentamente ho spinto il mio cazzo dentro e ho iniziato a scoparla tranquillamente. La commessa era carina e arrapata e ha aperto ulteriormente la camicetta e ha iniziato a impastarsi le tette. Si mise i capezzoli tra le dita e ci fece rotolare le dita sopra. Mi ha guardato eccitata, si è leccata la lingua sulle labbra e ho iniziato a scoparla più forte. Ho messo le mie mani sui suoi fianchi e rapidamente l'ho spinta avanti e indietro sul mio cazzo.

Ha ricominciato ad ansimare e ha impastato le tette più velocemente. Li ha uniti e la vista è stata bellissima. "Oh sì, tesoro, sto per venire, sto per squirtarti dentro". "No no, voglio avere il tuo cazzo in bocca per un po ', svuotalo lì." lei disse. Un po 'deluso ho preso il mio cazzo dalla sua fica calda e lei è scesa dal bancone, si è inginocchiata e ha iniziato a leccarmi la testa. Mi sembrava eccitata e l'ha presa fino in fondo nella sua bocca. Ha iniziato a succhiarmi e io le ho afferrato la testa. Ho iniziato a spingere e ho sentito il mio cazzo andare in profondità nella parte posteriore della sua bocca. I suoi seni servono meravigliosamente e ho dovuto impastarli comunque. L'ho afferrata e le ho stretto i capezzoli. Mi tolse il cazzo dalla bocca e si mise a sedere. Ha messo il mio cazzo tra i suoi seni e li ho stretti insieme. Ora mi muovevo avanti e indietro e stavo scopando bene le tette.

Ha tirato fuori la lingua e con questo potrebbe leccarmi tutta la testa. Ogni volta che lo picchiavo, mi succhiava forte il cazzo. Non potevo sopportare tutto questo a lungo e lei lo sentiva. "Sì ... plop .... vieni plop…. ma plop…. in plop ... il mio plop ... bocca ... " riuscì a pronunciare tra i pugni. Gemetti forte e il mio sperma schizzò fuori dal mio cazzo con forza. Spesse macchie volavano contro il suo viso, la sua bocca e il resto le colava lungo i seni. Ha succhiato il mio cazzo fino a quando non è stato completamente vuoto e pulito. Si alzò, prese un asciugamano sotto il bancone e pulì tutto. Prese il set rosso dal bancone dove l'avevo appena scopata e lo mise in una borsa “per favore e grazie”. "Anche tu e se non va bene tornerò domani, o se cerco un nuovo set ..." e uscii dalla porta.

© The Stringpoint Group

 

bron: sexverhalen.com

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti

Crea un account

Creando un account con il nostro negozio, sarai in grado di muoverti attraverso il processo di pagamento più velocemente, memorizzare indirizzi multipli, visualizzare e rintracciare i tuoi ordini nel tuo account e molto di più.

Registrati

Recently added

Non ci sono articoli nel tuo carrello

Totale tasse incl.:€0,00